STATUTO


STATUTO DEL PATRONATO A.C.L.I.

APPROVATO DAL COMITATO DIRETTIVO NAZIONALE DEL 24/1/2002 E RATIFICATO DAL CONSIGLIO NAZIONALE IL 26.1.2002 E REGOLAMETO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO DEL PATRONATO ACLI APPROVATO DAL COMITATO DIRETTIVO NAZIONALE DEL 10.7.2003

Articolo 1

Il Patronato ACLI per i servizi sociali dei lavoratori e dei cittadini è costituito dalle Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani (ACLI).
Il Patronato ACLI, in coerenza con gli indirizzi e le finalità statutarie delle A.C.L.I., promuove i diritti, tutela e assiste i lavoratori e i cittadini, italiani e stranieri, nell'ambito di quanto previsto dalle leggi.
In attuazione dei principi di solidarietà e sussidiarietà che sono alla base della vita associativa delle A.C.L.I., il Patronato ACLI svolge le proprie attività attraverso autonome strutture, articolate a livello regionale e provinciale, costituite dai rispettivi livelli territoriali dell’Associazione promotrice.
Al Patronato ACLI, con il consenso della Direzione Nazionale delle Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani, possono aderire altri Enti e Associazioni che, con proprio contributo finanziario, intendano concorrere alle attività sociali o ritengano di avvalersi dei servizi del Patronato ACLI.
Il Patronato ACLI ha Sede legale in Roma ed opera sul territorio nazionale, dell’Unione Europea ed all'estero.

Articolo 2
Il Patronato ACLI per i servizi sociali dei lavoratori e dei cittadini è costituito quale persona giuridica di diritto privato e svolge, senza finalità di lucro, un servizio di pubblica utilità.
Il Patronato ACLI:
j. tutela ed assiste i lavoratori ed i cittadini, italiani e stranieri, per il pieno rispetto dei propri diritti in ordine a quanto previsto dalle norme in materia di: previdenza; assistenza sociale e sanitaria; lavoro; mercato del lavoro e disoccupazione; risparmio previdenziale; diritto di famiglia e delle successioni; dei minori e delle persone anziane; pari opportunità e fisco;
k. promuove attività di tutela civica e di prevenzione, servizi di accoglienza, di assistenza e di integrazione nei confronti di lavoratori e cittadini, italiani e stranieri, in particolare stato di bisogno; a tal fine interviene sugli organismi pubblici e privati preposti all'assistenza e alla sicurezza sociale;
l. diffonde tra i lavoratori, i datori di lavoro ed i cittadini, italiani e stranieri, la conoscenza della legislazione sociale e del lavoro, delle norme in materia di prevenzione dei rischi per la salute fisica e psichica anche nei luoghi di lavoro, promuovendo forme di collaborazione per la loro corretta applicazione;
m. promuove l'interesse dei lavoratori e dei cittadini, italiani e stranieri, sui problemi della previdenza, della sicurezza sociale e delle varie forme di risparmio, anche attraverso lo svolgimento di attività di ricerca, indagini, studi, convegni, seminari, incontri, pubblicazioni;
n. opera per la tutela della salute quale fondamentale diritto della persona e interesse della collettività;
o. svolge, anche in collaborazione e con il sostegno di altri organismi ed istituzioni, pubbliche e private, azione educativa e consultiva nel campo della tutela sociale, della promozione dei diritti del lavoro, nonché attività di orientamento, preparazione e aggiornamento professionale;
p. assiste i lavoratori e i cittadini, italiani e stranieri, nello sviluppo di rapporti, risoluzione di controversie ed espletamento di pratiche con le pubbliche amministrazioni e con le istituzioni pubbliche e private, al fine di conseguire i benefici contemplati dagli ordinamenti amministrativi;
q. tutela i lavoratori e i cittadini italiani all'estero, nell'ambito della normativa italiana ed internazionale ed in conformità alle disposizioni che regolano l'attività di patrocinio nel campo dell'emigrazione;
r. realizza ogni altra attività utile al raggiungimento degli scopi che sono demandati dalla Associazione promotrice o dalle sue articolazioni, dallo Stato, dalle Regioni, dagli Enti locali o da altre istituzioni pubbliche e private, anche avvalendosi delle strutture o dell'opera di organismi all'uopo costituiti nell'ambito delle finalità delle A.C.L.I..

Articolo 3
Nell’ambito delle finalità di cui al precedente articolo due, il Patronato ACLI svolge le funzioni e le attività previste dalla Legge 30 marzo 2001, n.152 e successive modificazioni.
Il Patronato ACLI svolge inoltre le attività istituzionali dell’Associazione promotrice ad esso demandate ai sensi della predetta legge.
L'assistenza del Patronato ACLI nei riguardi dei lavoratori e dei cittadini è gratuita per tutte le pratiche necessarie al conseguimento di prestazioni regolate dal finanziamento pubblico dei Patronati, salve le eccezioni previste dalla legge.

Articolo 4
Il Patronato ACLI rappresenta il lavoratore e il cittadino, italiano o straniero, che gli abbia rilasciato mandato, avanti agli organi amministrativi e conciliativi e assicura, con le modalità previste nel successivo comma, la tutela giurisdizionale per il conseguimento dei diritti e delle prestazioni indicati agli articoli due e tre.
La tutela in sede giurisdizionale viene assicurata nel rispetto delle disposizioni delle Legge 30 marzo 2001 n.152, mediante apposite convenzioni con avvocati, nelle quali sono stabiliti i limiti e le modalità di partecipazione dell’assistito alle spese relative al patrocinio e all’assistenza in giudizio, anche in deroga alle vigenti tariffe professionali.
Il Patronato ACLI svolge la propria attività nei confronti di chiunque ne faccia richiesta indipendentemente dall’adesione dell’interessato all’Associazione promotrice.












PUBBLICAZIONI

PUBBLICAZIONI NAZIONALI

ACLI MACERATA - Sede Provinciale - Piazza G. Mazzini , 45 - 62100 Macerata (MC) - Tel. 0733.230611 - Fax. 0733 274397 - e-mail: macerata@acli.it